PINOT GALLIZIO / GOSHKA MACUGA
Traccia 02
Torino, Galleria Martano, 06.-26.11 2011
a cura di Francesca Comisso

Losi

In occasione di Artissima 17, la Galleria Martano, sede dell’Archivio Gallizio di Torino, collabora con la galleria Kate MacGarry di Londra per presentare il progetto dell’artista polacca Goshka Macuga Untitled - after Pinot Gallizio (1955). Ideato e realizzato nel 2006 nell’ambito della Biennale di Ceramica nell’arte contemporanea ad Albisola, il progetto di Macuga recupera e reinterpreta opere e disegni di Pinot Gallizio, nati a seguito dell’esperienza albisolese da cui prenderà avvio la sua adesione all’Internazionale Situazionista. Da queste premesse, Macuga riformula e porta a compimento opere che non esistono più o che sono esistite nelle intenzioni, seguendo il filo delle corrispondenze tra le due ricerche.

A sinistra, Pinot Gallizio, Senza titolo, 1957; a destra, Goshka Macuga, dalla serie Untitled - after Pinot Gallizio, 2006

 

Scarica il comunicato stampa

 

ALESSANDRO QUARANTA / DRIANT ZENELI
Traccia 01 - con Vincenzo Agnetti
Torino, Galleria Martano, 28.5-30.6. 2010
a cura di Francesca Comisso

Prima tappa di un progetto espositivo nato in relazione con la storia quarantennale della Galleria Martano. Due istallazioni video, di Alessandro Quaranta e Driant Zeneli affiancano l’opera di Vincenzo Agnetti, Frammento di tavola di Dario tradotto in tutte le lingue (1973) e il catalogo-progetto Il segno portatile: 14 proposizioni, realizzato nel 1972 in occasione della personale dell’artista presso la galleria. Nel video di Driant Zeneli, When I grow up I want to be an artist, lo scambio autobiografico tra padre e figlio prende la forma di una riflessione sull’arte e l’essere artista. In Quelle montagne che mi impediscono di vedere, Alessandro Quaranta parte dall’immagine paradigmatica della montagna come confine da superare mettendo in gioco la questione del vedere e della visione attraverso una partitura a più voci.

Driant Zeneli, When I grow up I want to be an artist, still da video

 

Scarica il comunicato stampa